Firenze e i suoi dintorni: cosa visitare

Quando si visita Firenze è facile perdersi fra le centinaia di monumenti e siti di interesse in città: anche se le più importanti guide turistiche consigliano di dedicare alla città intorno ai quattro giorni, noi propendiamo per almeno una settimana, perché solo così sarà possibile dedicare la giusta attenzione anche alle località nelle immediate vicinanze della “Culla del Rinascimento“, tutte ugualmente meritevoli di una visita approfondita.

In questo articolo di approfondimento abbiamo selezionato quelle che riteniamo imprescindibili, ma non preoccupatevi: grazie all’eccellente rete di mezzi pubblici presente a Firenze, è possibile visitarne anche due o tre al giorno e fare rientro in città per il pernotto – il tutto senza sentire troppo la stanchezza.

Fiesole, da cui tutto ebbe inizio

Se avete letto tutti i focus presenti sul nostro sito, avrete imparato che proprio la città di Firenze è nata come “costola” di Fiesole, ben prima dell’arrivo dell’Impero Romano.

Oggi questo paese è parte della città metropolitana di Firenze, ma lungi dall’essere considerato un dormitorio, è una delle zone più esclusive di questa parte di Toscana.

Anzi, potrebbe essere una buona idea investire un po’ dei propri risparmi e acquistare un appartamento qui.

Se lo cercate in centro storico, preparatevi a non dover effettuare grandi interventi di ristrutturazione: la maggior parte degli immobili sono stati sottoposti a lavori importanti negli scorsi decenni. In compenso ci vorranno dei piccoli tocchi di modernità: domotica, mobili in stile mid-century e magari dei bei tappeti 200×300 per riscaldare gli ambienti con pavimenti in cotto, porteranno una ventata “urban” anche in questi scorci così suggestivi.

A Vinci, cercando Leonardo

A poco meno di un’ora da Firenze c’è il paese che ha dato i natali a Leonardo da Vinci, ovviamente: qui si può visitare la casa del genio, in località Anchiano, ma anche il Museo Leonardiano, fra gli altri.

Nei luoghi di Boccaccio, a Certaldo

Un altro borgo medievale incantevole e un altro luogo dal quale è arrivato un italiano famoso: stavolta si tratta di Boccaccio, cui è dedicata un’importante biblioteca in paese. A Certaldo, 40 minuti da Firenze, si svolge anche un bellissimo festival dedicato all’arte di strada, Mercantia.

Fra Federico II e Napoleone: San Miniato

Visitando San Miniato si è già in provincia di Pisa: ciononostante, questo spettacolare borgo è ad appena un’ora di distanza da Firenze. Qui si respira la storia: scelto per la sua posizione strategica da Federico II di Svevia, fu molto amato anche da Napoleone Bonaparte, la cui famiglia era originaria di questa parte di Toscana.

Badia a Passignano, un monastero fuori dal mondo

Come suggerito dal nome, venite qui per una full immersion in un’abbazia medievale dove tutto è rimasto come un tempo: saranno gli stessi religiosi a farvi effettuare la visita, rigorosamente da prenotare per tempo. Qui, a soli 45 minuti da Firenze, si potrà anche ammirare “L’Ultima Cena” del Ghirlandaio. Attenzione a non confondere questa Passignano con quella sulle rive del Lago Trasimeno!

Dove fare shopping a Firenze

Fin qui vi abbiamo parlato di cosa visitare a Firenze, della sua storia millenaria, delle destinazioni fondamentali fuori città per chi vuole vivere al meglio l’esperienza del Chianti e della Toscana: ma se parliamo di esperienze, una di quelle assolutamente imprescindibili per ogni viaggiatore o turista che si rispetti è quella… dello shopping!

Se siete shopaholic, Firenze è una destinazione che fa decisamente al caso vostro: dai prodotti di lusso all’artigianato, dall’antiquariato ai prodotti enogastronomici di altissima qualità, ci sono varie scelte possibili una volta raggiunto il capoluogo toscano. In questo articolo di approfondimento raccogliamo alcune delle esperienze di acquisto imprescindibili.

Non i soliti souvenir!

Se il vostro budget non è infinito ma non volete ridurvi a comprare le solite statuine col David o la Nascita di Venere, ci sono possibilità di ricordare il vostro viaggio a Firenze in maniera più originale: date un’occhiata agli oggetti di design in vendita da Mandragora in Piazza del Duomo, oppure al Bookshop di Palazzo Vecchio.

Oppure fate un salto online sul sito di Dear Sam: questo nuovo negozio virtuale vende poster stampe e cornici che catturano in maniera originale lo spirito e l’atmosfera del viaggio in Toscana: spulciate nel catalogo e troverete quello che fa per voi!

La via dello shopping per eccellenza: via de’ Tornabuoni

Siete ancora in città? Via de’ Tornabuoni – o semplicemente via Tornabuoni – è l’equivalente per Firenze di via Montenapoleone a Milano o via Condotti a Roma. In questa strada si concentrano le boutique più esclusive, che per obiettiva mancanza di spazio si stanno spostando anche nelle zone adiacenti, come via dei Calzaiuoli o via della Vigna Nuova. Venite qui per rifarvi anche semplicemente gli occhi! In centro storico, oltre queste vie così esclusive, troverete tutte le grandi marche dell’abbigliamento, quindi le alternative non mancano.

Alla ricerca del cuoio perfetto

I turisti stranieri, in particolare, sono ossessionati dai prodotti in pelle che si possono comprare a Firenze: la storia della città è infatti legata a doppio filo a quella delle concerie. Gli italiani tendono a dimenticare questa informazione: ma si può recuperare! Girate tra Ponte Vecchio, il famoso Mercato di San Lorenzo e la zona di Piazza della Repubblica.

Ceramiche e lavori in legno

Tenete presente il Mercato di San Lorenzo o il cosiddetto “Mercato del Porcellino” (alias il Mercato Nuovo) anche per acquistare lavori artigianali in legno (vanno sempre molto i vassoi di tutte le forme e dimensioni). Un altro acquisto praticamente obbligato sono gli oggetti in ceramica: questi in particolare si trovano in via Por Santa Maria.